Salta al contenuto principale

Percorso paziente
Insufficienza respiratoria cronica

Insufficienza respiratoria cronica

Giovanni soffre di insufficienza respiratoria cronica. Dopo un episodio acuto, l’ipercapnia valutata con il dispositivo di misurazione del consumo eccessivo di ossigeno post-esercizio EPOC, un analizzatore ambulatoriale dei livelli di gas nel sangue, conferma la necessità di avviare una terapia di ventilazione.

Giovanni viene ventilato meccanicamente con il ventilatore Monnal T50. Dopo qualche giorno di adattamento con il ventilatore, l’ipercapnia scomparirà e Giovanni verrà dimesso dall’ospedale. L’operatore sanitario che assicura l’assistenza domiciliare a casa seguirà il paziente secondo la migliore prassi prevista per ogni dispositivo medico fornito. Giovanni imparerà come pulire la sua Maschera Respireo e come usare il suo ventilatore.

Se necessita di qualche ausilio per la tosse, Giovanni avrà il supporto necessario per imparare ad usare il suo Alpha 300.  Con la camera distanziatrice per inalatori MDI L’espace, continuerà la terapia farmacologica a casa seguendo le indicazioni del medico curante. L’operatore sanitario per l’assistenza domiciliare garantisce un riscontro del trattamento al medico che ha prescritto la terapia e, su richiesta di quest’ultimo, esegue anche registrazioni notturne dei valori di SPO 2   con pulsossimetro WristOx2 TM .

In futuro, un numero crescente di dispositivi collegati saranno di supporto al medico che ha prescritto la terapia, consentendogli di concentrarsi sui pazienti che ne hanno più bisogno.

Soluzioni per la cura del paziente